Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie per le finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto, acconsenti all’uso dei cookie.

Caricamento...

Chat

Nascondi

Operatori non disponibili

Tutti i nostri operatori non sono al momento disponibili. Puoi lasciare un messaggio, sarai ricontattato al più presto.

Apri pagina contatti

Sabrina, la pasta che si cuoce da sola: quando le idee arrivano a tavola

Una pasta che si cuoce da sola?

Sembra impossibile, sembra una di quelle trovate che servono solo a ridurre il tempo che si passa in cucina, una di quelle innovazioni moderne molto pratiche e poco gustose.

E invece è tutto il contrario, e chi l’ha provata può testimoniarlo.

La Pasta Sabrina, che si cuoce da sola, è un vero e proprio miracolo culinario.

Perché ha in sé tutto quanto è necessario per essere il piatto perfetto: è buona, è sana, è nutriente, e se non fosse ancora chiaro, si cuoce da sola, in un secondo, senza bisogno di attendere i tempi di ebollizione dell’acqua e di cottura della pasta.

Incredibile.

Immaginiamo: torniamo a casa la sera, stanchi dopo una lunga giornata di lavoro, affamatissimi. In casa tutte cose da preparare oppure qualche poco allettante piatto pronto, o peggio ancora, un avanzo del giorno prima.
E se potessimo senza alcuna fatica mettere in tavola un bel piatto di lasagne o di tagliatelle al sugo?

Niente di più facile.

Come si ottiene questa piccola magia?

Andiamo sul pratico.

“Sabrina”, dal nome della sua inventrice, è una pasta biologica ricavata da un tipo speciale di grano che per la preparazione non richiede la cottura tradizionale in acqua bollente.

È sufficiente metterla in padella insieme a un condimento a piacere, anche a temperatura ambiente, per ottenere il piatto che si desidera.

La pasta si nutre letteralmente dell’acqua del condimento a disposizione acquisendo quella morbidezza che la rende commestibile, e ancora di più, un piatto davvero soddisfacente.

E visto che è importante tenere sempre gli occhi puntati verso ciò che è sano aggiungiamo che la pasta derivata da questo tipo di grano ha pochi zuccheri, un basso contenuto di glutine, e grazie alla sua preparazione a basse temperature mantiene inalterate le sue proprietà nutritive. 
Una scelta in più anche per vegani e crudisti. 

Un progetto dai mille punti di forza

La pasta Sabrina ha ottenuto l’attestato di brevetto per invenzione industriale e la sua ideatrice vorrebbe ampliarne al più presto la produzione visto il grande successo che sta avendo nel suo laboratorio gastronomico.

Per tutte le informazioni e i dettagli vi invitiamo a visitare la bacheca di Sabrina Nazzari, l’orgogliosa inventrice di un prodotto davvero eccezionale.

Provare per credere.  

 

Pubblicato il 17/07/2019 alle ore 11:45

Hai trovato utile questo contenuto?