Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie per le finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto, acconsenti all’uso dei cookie.

Caricamento...

La ricerca di anteriorità: verificare l'originalità della propria idea

La ricerca di anteriorità: verificare l'originalità della propria idea

L’originalità è il requisito indispensabile perché un’invenzione possa considerarsi ed essere considerata tale, per questo è sempre importante iniziare il proprio lavoro da un’attenta ricerca. Prima di depositare un brevetto o registrare un marchio è buona prassi effettuare un ricerca di anteriorità, ossia verificare che non ne esistano di uguali o simili al proprio. 

Orientarsi nel mondo dei brevetti, dei marchi, delle proprietà industriali in genere può essere complicato, per questo l’aiuto di strumenti ad hoc e professionisti qualificati può risultare molto utile. 

In questo articolo vediamo come effettuare una ricerca di anteriorità sul web.

Da cosa iniziare

Esistono moltissimi siti specializzati nella ricerca di anteriorità, molti paesi ne hanno uno di riferimento per quanto riguarda brevetti, marchi o modelli depositati all’interno del proprio territorio nazionale. Questi siti possono essere un ottimo inizio per fare una prima ricerca, tenendo conto che a volte possono non essere sufficienti, per cui è sempre bene affidarsi anche a un professionista.

Con questo articolo vogliamo fornire uno strumento pratico per i nostri utenti, ossia un elenco dei principali portali in cui è possibile fare la propria ricerca di anteriorità iniziando in questo modo a concretizzare la propria idea.

I siti internazionali

European Patent Office: sono presenti dati che riguardano oltre 100 milioni di brevetti in tutto il mondo e informazioni che riguardano invenzioni e sviluppi tecnici a partire dal XIX secolo.

Per andare in Europa troviamo:

WIPO (World Intellectual Property Organization): banca dati della rete europea di marchi, disegni e modelli che ha come missione quella di guidare lo sviluppo di un sistema internazionale di proprietà intellettuale equilibrato ed efficace che consenta l'innovazione e la creatività a vantaggio di tutti.

EUPO (Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale): gestisce i marchi dell’Unione europea, disegni e modelli comunitari già registrati.

L'Italia e i siti nazionali

UIBM (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi): ufficio diretto del Ministero dello Sviluppo Economico, l’UIBM mette a disposizione banche dati per la ricerca di marchi, invenzioni, modelli di utilità, ecc. per due scopi specifici, esplicitati nella mission:

  • proteggere il made in Italy attraverso azioni preventive e di opposizione
  • facilitare l’accesso al sistema di proprietà industriale attraverso una migliore conoscenza e promozione della sua tutela giuridica e della sua valorizzazione economica sostenendo innovazione e capacità competitiva delle imprese italiane.

Come l’Italia, molti paesi stranieri posseggono un proprio sistema di ricerca e monitoraggio delle proprietà industriali e intellettuale, vediamone alcuni.

La Germania possiede l’ufficio brevetti più grande d’Europa, il DPMA, una piattaforma integrata di pubblicazioni ufficiali di brevetti, marchi, dati di progettazione e documenti sui modelli di brevetto e di utilità.

In Spagna il Ministero dell’Industria, Turismo e Commercio è responsabile dei brevetti nazionali. Lo SPTO è l’ente pubblico per la registrazione e la concessione dei diversi tipi di proprietà industriale.

Il Patent Office del Regno Unito fa capo al dipartimento delle imprese, delle innovazioni e delle competenze. Oltre alle ricerche su marchi e brevetti da evidenziare l’esistenza di una rivista online che contiene informazioni su domande di brevetto del Regno Unito depositate, pubblicate e concesse; brevetti europei che si applicano al Regno Unito, brevetti nazionali cessati o scaduti e altri procedimenti di brevetto legale.

Fuori del continente europeo

Per gli Stati Uniti l’USPTO (United States Patent and Tradmark Office), considerato tra i più importanti al mondo, è un portale con diverse funzioni. Oltre alla ricerca dei brevetti è possibile avere informazioni e supporto sui processi, avere nozioni di base, seguire un blog specialistico per tenersi informati sulle novità dal mondo delle proprietà intellettuali e industriali.

E infine il Giappone, con il suo JPO (Japan Patent Office) all’interno del quale già dalla Home si possono reperire informazioni su brevetti, disegni, marchi e modelli di utilità.

Wise Mind Place: ricerca di anteriorità e consulenza brevettuale

Abbiamo scelto di aiutare gli utenti a orientarsi nel mondo delle proprietà intellettuali e industriali prima ancora di richiedere una consulenza fornendo uno strumento di facile accesso. Già dal nostro sito si può infatti procedere con la ricerca attraverso il database di Google al quale si può accedere dalla pagina dei servizi.

E una volta fatta la prima ricerca, appurato che non esistono uguaglianze o similitudini con marchi e brevetti già esistenti, è necessario procedere ad una seconda e più accurata, perché le variabili sono molte e molti i motivi per cui si può perdere il requisito di originalità. Rivolgersi quindi a un professionista diventa in una seconda fase uno step indispensabile. Richiedere una consulenza apre le porte per entrare ufficialmente nel mondo delle idee.  

Auguriamo a tutti i nostri utenti una buona ricerca. 

Pubblicato il 01/08/2018 alle ore 12:49

Hai trovato utile questo contenuto?