Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie per le finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto, acconsenti all’uso dei cookie.

Caricamento...

Chat

Nascondi

Operatori non disponibili

Tutti i nostri operatori non sono al momento disponibili. Puoi lasciare un messaggio, sarai ricontattato al più presto.

Apri pagina contatti

Wise Mind Place al Salone dello Studente: ascoltare i più giovani per dar voce alle loro idee

Wise Mind Place ha avuto l’onore di partecipare a una delle giornate della tappa di Roma del Salone dello Studente proponendo un workshop a una classe di ragazzi dell’ultimo anno di un Liceo Scientifico di Roma.

Il workshop aveva come obiettivo quello di stimolare le abilità creative degli studenti insieme a quelle strategiche. E il tema non poteva che essere relativo al mondo delle idee.

In pochissimo tempo abbiamo visto concretizzarsi l’intero processo: dalla definizione dell’idea alla strategia di comunicazione. È stato davvero emozionante.

Inventa, tutela, promuovi. Il lungo viaggio di un’idea: dall’elaborazione al mercato di riferimento

Questo il titolo del lavoro proposto, una bella sfida per i partecipanti.

Osservando i ragazzi siamo stati felici di vederli concentratissimi, capaci di ascoltare i loro compagni in modo che ognuno avesse il suo spazio. Come in ogni lavoro di gruppo è stato possibile individuare i più creativi, i più razionali, i leader, quelli più competitivi. E cosa che ci ha stupito molto: un estremo perfezionismo.

Prima di presentare un’idea volevano che nulla fosse fuori posto, nulla fosse lasciato al caso. Lamentandosi persino del poco tempo a disposizione. E noi che ci preoccupavamo di annoiarli con delle nozioni troppo tecniche!

Tante belle scoperte 

Questi ragazzi, appena maggiorenni, avevano voglia di fare, di sapere, di documentarsi e soprattutto di sperimentare.

Abbiamo potuto riflettere ancora una volta sull’importanza di fornire gli strumenti necessari, di fare chiarezza sui processi, sulle necessità, sulle tante pratiche burocratiche che, nella vita reale, bisogna gestire.

E al tempo stesso ci ha dato modo di sorridere ancora una volta del nostro lavoro e dei nostri progetti. Con l’auspicio di trovare un modo di seguire le persone che vogliono rendere concrete le proprie invenzioni fin dagli anni della scuola. Quelli in cui ancora tutto è possibile, quelli in cui gli ostacoli non sono considerati problemi insormontabili ma solo limiti oltre i quali spingersi, quelli più fertili dal punto di vista della creatività.

Speriamo nei prossimi mesi di avere ancora modo di entrare in contatto con tante giovani menti per creare nuove connessioni e dare, perché no, nuovi input anche a chi il liceo l’ha concluso da un bel po’.

Un’altra strada per tenere alta la motivazione, un bel modo per diminuire la distanza tra le nuove e le vecchie generazioni. Perché ognuno possa essere di stimolo all’altro.

Grazie all’organizzazione del Salone dello Studente per questa bella opportunità.

 

 

Pubblicato il 15/11/2019 alle ore 12:27

Hai trovato utile questo contenuto?